Annullare un investimento in banca

Lettera per annullare investimento in banca

A volte capita che recandosi in banca venga proposto come conveniente un investimento e, affidandosi alla buona fede degli operatori, si sottoscrivano investimenti che si rivelano con il tempo sbagliati e in grado di far perdere il capitale versato. Cosa fare in questi casi?

In questi casi è possibile chiedere all’ente presso cui è stato sottoscritto l’investimento di annullare il contratto, per fare ciò si deve scrivere una raccomandata con ricevuta di ritorno alla propria banca. Meglio utilizzare un pc, basta un comune programma di scrittura come Word.

La prima cosa da scrivere in alto a destra sono i dati della banca, quindi il destinatario. Appena dopo si deve precisare che trattasi di una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Terzo punto: indicare l’oggetto con la dicitura “Richiesta di annullamento contratto di investimento e rimborso delle somme” .

Inizia a questo punto il corpo della lettera: è bene ricominciare in modo formale con la dicitura “Io sottoscritto“, devono essere inseriti i propri dati personali, ovvero indirizzo, codice fiscale, recapito telefonico, indirizzo email e importantissimo il codice del rapporto, in modo che la banca possa risalire con facilità e senza temere errori al contratto a cui ci si riferisce.

Indicare la motivazione per la quale si vuole scindere il contratto. La legge prevede questa tutela non in ogni caso in cui un investimento vada male, in quanto il rischio è connesso a tali attività, ma nel caso in cui l’investitore non abbia ricevuto le giuste informazioni, o si sia convinto a sottoscrivere l’investimento in quanto non idoneamente informato. Ad esempio, si può dire che erano state taciute alcune clausole e che si era sicuri che l’investimento fosse a basso rischio e senza perdita di capitale.

Devono essere indicate anche le perdite che si stanno subendo.

Si procede con la richiesta vera e propria, ovvero si chiede l’annullamento del contratto con restituzione delle somme sottolineando che, in caso di diniego si proseguirà per vie legali. Occorre precisare che dal momento della ricezione della raccomandata si ritiene interrotta ogni decadenza o prescrizione in proprio favore.

È bene allegare una copia del documento di riconoscimento, lo stesso deve essere indicato nella lettera che deve essere sottoscritta in modo leggibile. Bisogna indicare anche la data e il luogo della scrittura e non far mancare i saluti finali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

*