Come avviare un’impresa di pulizie

Donna delle pulizie

Al giorno d’oggi, le persone lavorano a tempo pieno e non hanno il tempo per pulire le loro case. Servizi come collaboratore domestico e pulizia della casa sono sempre più richiesti. Molti imprenditori snobbano questa tipologia di business, ritenendo che sia un lavoro degradante, ma in realtà si tratta di uno dei mercati con più richiesta. Per un semplice motivo: la pulizia è sinonimo di buona impressione, professionalità, ordine e salute.

Se state cercando un business semplice che non richieda grossi investimenti, una delle migliori possibilità da considerare è un’impresa per la pulizia della casa.

Negli ultimi anni, i servizi di pulizia sono stati esternalizzati dagli enti pubblici e privati, il che ha dato una spinta notevole alla creazione di nuove imprese, ma il mercato è molto grande: comprende infatti fornitura del servizio per case, negozi, cliniche e ospedali, uffici, ristoranti e alberghi, scuole e enti pubblici, ecc.

In questo articolo vedremo quali sono i passaggi per avviare un’impresa per le pulizie nelle case.

Definizione del business

Elemento comune per ogni tipologia di attività imprenditoriale, definire chiaramente il business che si sta per intraprendere e tutti gli aspetti correlati, in modo da avere una guida per avviarlo e poi gestirlo.

Alcuni degli aspetti da definire in questa prima fase sono i seguenti:

  • il nome dell’impresa
  • la zona in cui si lavorerà
  • i servizi che saranno offerti
  • i servizi accessori non compresi nel pacchetto (pulizia di tappeti, tende, finestre esterne, piscina)
  • le caratteristiche che vi permetteranno di differenziarvi dalla concorrenza
  • il prezzo del servizio
  • i mezzi con cui promuovere l’attività
  • i requisiti fisici (mobili, attrezzature e articoli per la pulizia)

In questa fase è consigliabile preparare un business plan in cui, oltre a segnalare gli elementi sopra citati, determinare l’investimento necessario per avviare l’ attività, e la proiezione di entrate e uscite, in modo da conoscere preventivamente la redditività, e quindi sapere se il business è fattibile o meno.

Scelta dei locali o dell’ufficio

Ufficio realizzato in casaQuesta attività richiede un investimento minimo perché non è necessario acquistare o affittare un locale dove lavorare, ma si può anche collocare la sede operativa nella propria abitazione.

È sufficiente abilitare una stanza con una scrivania, sedia, computer, ADSL, telefono e adempiere alle procedura burocratiche richieste.

Se si assumono dei dipendenti, non è necessario che questi si trovino in ufficio, perché si possono contattare telefonicamente e inviare direttamente a casa del cliente ogni volta che viene richiesto il servizio.

Requisiti burocratici

L’iter burocratico non è molto complicato. In primo luogo è indispensabile non avere condanne penali o procedimenti penali in corso. Ovviamente bisogna aprire una partita IVA e iscriversi all’Albo degli Artigiani oppure al Registro delle Imprese della Camera di Commercio. Bisogna poi regolare la propria posizione presso INPS e INAIL.

Se il servizio che vogliamo offrire si limita alla semplice pulizia, non sono necessari ulteriori adempimenti burocratici. Nei casi più specifici, come derattizzazione o sanificazione, è obbligatoria la presenza di un tecnico abilitato, in possesso di uno tra i seguenti requisiti:

  • diploma o laurea attinenti alle mansioni (chimica – biologia)
  • titolo di studio di livello inferiore con almeno tre anni di esperienza nel settore

Requisiti fisici

Un altro motivo per cui questo business non richiede grossi investimenti, risiede nelle attrezzature necessarie per svolgere il servizio.

  • una scopa
  • un mocho
  • disinfettanti
  • sgrassanti
  • detergenti per superfici specifiche (vetro, acciaio, parquet)
  • guanti
  • un furgone per il trasporto

A parte il furgone, si tratta di attrezzature di base per la pulizia. Si possono comprare a pochi euro in qualsiasi supermercato.

Assunzione del personale

È consigliabile assumere personale con esperienza, soprattutto se non conosciamo nulla di questo settore.

Alcuni modi per trovare collaboratori sono i seguenti:

  • chiedere ad amici e parenti
  • inserire un annuncio sul giornale
  • inserire un annuncio su siti specializzati
  • inserire un annuncio sui gruppi Facebook

Considerando che l’azienda si basa sulla pulizia della casa (e non voglio essere sessista) potreste concentrarvi sulle donne, che generano maggiore fiducia nei clienti che devono fare entrare gente estranea in casa loro.

Creazione di un sito web

Quando le persone hanno bisogno di qualcosa, lo cercano su Internet. Un passo importante da fare per un business di successo è quello di creare un sito web attraverso il quale i clienti possono trovarvi.

Questo è un compito importante, da affidare ad un professionista serio, non al proprio cugino. Questa figura dovrà essere in grado di farci comparire nelle ricerche locali degli utenti. Che cosa significa ricerca locale?

Ricerche locali su Google

Quando si cerca un meccanico su internet, non vogliamo vedere risultati distanti migliaia di km da dove ci troviamo in quel momento, ma siamo interessati solo alle officine di zona. Google ormai è in grado di capire quando deve soddisfare una ricerca locale e la concorrenza lo sta già sfruttando.

Rimangono validi i soliti accorgimenti per un sito web e per quanto riguarda la nostra impresa di pulizia, il portale dovrà contenere:

  • descrizione del servizio offerto e tutto ciò che comprende
  • immagini di persone soddisfatte
  • i vostri recapiti
  • promozioni che incoraggino i consumatori ad acquistare il servizio
  • le tariffe orarie

Si potrebbe iniziare con una pagina web di base con gli elementi appena descritti, ed eventualmente progettare un’applicazione che permetta al cliente di prenotare automaticamente il servizio, selezionando il giorno e l’ora, con un gateway di pagamento che consenta di pagare con la carta di credito.

Promozione dell’attività

Per promuovere l’attività abbiamo già detto di quanto sia importante un sito web e comparire nelle ricerche su Google per parole chiave come “pulizia case Roma”, “pulizia case Milano”, etc.

Potrebbe essere utile anche investire un po’ di denaro nella campagne pubblicitarie di AdWords o di FB Ads, in modo da raggiungere un pubblico nettamente superiore e indirizzarlo verso il sito.

Ma il sito web non è l’unico modo per promuovere l’attività. Possiamo anche usare volantini, opuscoli, biglietti da visita, pubblicizzare nei giornali locali, etc.

Contratto con il cliente

Una volta che il cliente ci ha contattati e confermato la sua intenzione di usufruire del servizio, al fine di evitare spiacevoli malintesi, è necessario concordare il giorno e l’ora del servizio, il numero di ore, il costo e le forme di pagamento.

Si consiglia di inviargli una e-mail di riepilogo dove indicare:

  • data e orario
  • durata del servizio
  • tipologia degli interventi
  • riferimenti del lavoratore che si presenterà a casa sua (magari allegando anche una foto)

Per quanto riguarda le modalità di pagamento, si può richiedere l’intero importo prima o dopo la fornitura, oppure frazionarlo metà prima e metà dopo. Nel caso di pagamento in contanti, va rilasciata una ricevuta e ovviamente tenere sempre aggiornati i registri contabili.

Esecuzione del servizio

Pulizia del parquetUna volta trovato l’accordo con il cliente, possiamo inviare il dipendente in loco. Questi dovrà eseguire le operazioni concordate, nei tempi prestabiliti. Ecco perché è importante affidarsi a persone con esperienza, che sappiano consigliarci sul numero di ore necessarie per la pulizia di una casa, in base alla metratura e alla tipologia delle superfici.

Finito il servizio, se non concordato diversamente con il cliente, il dipendente riscuoterà l’importo rilasciando una ricevuta e si recherà dal prossimo cliente, oppure rientrerà in sede.

Richiesta del feedback

Una volta che il servizio di pulizia è stato completato, si può inviare al cliente un’ e-mail chiedendogli di compilare un piccolo sondaggio, in modo da ottenere un feedback, ad esempio sulle prestazioni del lavoratore che è venuto a casa per svolgere le pulizie.

Oppure chiamatelo per chiederglielo a voce, per genere un rapporto più stretto e fidelizzarlo come cliente abituale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

*