Come diventare personal trainer

Personal Trainer al lavoro in palestra

Avete mai pensato di intraprendere una carriera nell’ambito del fitness? A qualcuno di voi sarà sicuramente venuto in mento, ecco perché, oggi vogliamo svelarvi tutti i segreti necessari per diventare personal trainer.

Contrariamente a quello che molti pensano, il personal trainer è una figura altamente competente e specializzata, che si occupa di seguire la sfera del nostro benessere. Questo professionista non si limita solo alla redazione di programmi d’allenamento personalizzati, come ad esempio succede nelle palestre, ma può intervenire anche per consigliare una dieta adeguata e suggerendo cambiamenti allo stile di vita del singolo.

Pertanto, alla figura del personal trainer sono richiesti, nella maggior parte dei casi, livelli di preparazione molto alti quali, ad esempio, la laurea. Nonostante l’ambito d’educazione prediletto sia quello delle Scienze Motorie, accettando percorsi sia triennali che specialistici, sono viste di buon occhio anche lauree in Bioscienze e Biologia, in quanto forniscono nozioni fondamentali sfruttabili in questo campo.

Corsi per Personal Trainer

Sebbene la laurea sia effettivamente abilitante all’esercizio di questa professione, è sempre bene associarvi un corso di specializzazione per personal trainer dal costo di circa 700 euro, scegliendo tra i tanti disponibili sul mercato, assicurandovi però che vi possa garantire l’ottenimento del Diploma di Personal Trainer CSEN, riconosciuto dal CONI.

A questi corsi possono partecipare non solo i laureati in Scienze Motorie, Bioscienze, Biologia e Biotecnologie, ma anche gli osteopati, i massofisioterapisti, gli istruttori di body building, i diplomati I.S.E.F ed infine i massaggiatori degli impianti idroterapici. Inoltre, anche lauree in Farmacia, Ingegneria, Psicologia e Medicina, risultano essere tra i criteri accettati per partecipare a questo corso.

Se non disponete di almeno uno dei requisiti sopra citati, vi sarà comunque possibile frequentare un corso propedeutico dal costo di circa 300 euro che vi permetterà poi di accedere, in seguito al suo superamento, al corso per personal trainer.

Chiarito il fatto che anche senza laurea potrete comunque riuscire ad accedere a questo tipo di carriera, parliamo delle opportunità lavorative.

Procedure burocratiche e opportunità lavorative

Essendo una figura estremante specializzata, come personal trainer dovrete sempre mantenervi in continuo aggiornamento, frequentando corsi e percorsi di aggiornamento. Inoltre, facendo parte della categoria dei lavoratori autonomi, sarà necessaria l’apertura della partita IVA, a meno che il vostro datore di lavoro non abbia la possibilità di inserirvi nell’organico come dipendente.

Le possibilità lavorative sono veramente tante, a partire dalle cliniche private, passando per le palestre, i centri di riabilitazione, ed infine l’assistenza privata al cliente. Inoltre, se preferite stare a contatto con un pubblico più giovane e dinamico, è possibile valutare l’eventualità di un impiego anche in centri sportivi e villaggi turistici, sia stagionale che a tempo pieno.

Parliamo adesso di quanto guadagna un personal trainer. Come per ogni figura professionale specializzata, il guadagno si aggira attorno a cifre che possono variare da un minimo di 35 euro, fino ad un massimo anche di 80 euro, a seconda della vostra esperienza, del vostro curriculum e dei titoli che possedete.

Sarà notevolmente importante, tuttavia, creare un solido network di contatti e potenziali clienti, utilizzando le più comuni strategie del marketing. Iniziate creando dei personali biglietti da visita e del materiale pubblicitario da distribuire non solo nella vostra zona, ma anche nelle limitrofe. Realizzate poi un sito internet che sia diretto e di facile comprensione, in modo che tutti vi abbiano semplice accesso ed infine, fate in modo che esso sia ben collegato con tutti i social network, facendo sì che il vostro messaggio arrivi ad una più ampia clientela.

Ed infine, quali sono le caratteristiche che dovrete avere per poter pensare a questo genere di carriera? Semplicemente buona volontà, voglia di impegnarvi ed un’ottima predisposizione al contatto umano, perché il personal trainer non lavora soltanto sull’aspetto fisico, ma si occupa anche di aiutare il benessere mentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

*