Investire in criptovalute oggi: è ancora vantaggioso?

Nelle ultime settimane le criptovalute hanno mostrato tutta la loro fragilità. Del resto una delle peculiarità di queste particolari monete digitali sta proprio nel fatto che il loro valore è regolato esclusivamente dalle leggi di mercato.

Per questo basta una notizia che le mette in una luce poco chiara per far calare rapidamente le quotazioni di tutte, bitcoin in primis. Nonostante questi avvenimenti le persone che investono in criptovalute sono ancora molte, anche in Italia.

Del resto la volatilità di questo settore di mercato porta molti a spuntare un guadagno interessante; inoltre oggi è possibile speculare sulle criptovalute anche sui siti di trading con le opzioni binarie.

Come investire in criptovalute

Il metodo tradizionale di investimento nelle criptovalute consiste nell’acquistarne un dato valore. Questo tipo di operazioni, ossia il cambio degli euro in una qualsiasi criptovaluta, non si può effettuare in una comune banca; si tratta infatti di un’operazione effettuabile sui siti che si occupano specificatamente di questo tipo di operazioni, come ad esempio coinbase.

In pratica un qualsiasi cittadino può attivare un conto per poi acquistare l’ammontare che preferisce di una o dell’altra criptovaluta, che sarà quindi conservata in un portafoglio digitale. Quando lo si desidera la criptovaluta acquistata può essere rivenduta, sperando così di ottenere un guadagno.

Quali criptovalute acquistare

La maggior parte dei comuni mortali ha sentito parlare quasi esclusivamente dei bitcoin, che sono la prima criptovaluta mai inventata al mondo. Stiamo parlando di una valuta digitale nata nel 2009, grazie all’operato di un fantomatico esperto di finanza, la cui identità sembra non essere ancora nota.

Negli anni successivi, visto il successo di bitcoin, diverse altre organizzazioni e società hanno creato ulteriori criptovalute, con finalità di vario genere. Alcune sono utilizzate per le operazioni di spostamento di valuta nel mondo, come ad esempio la moneta di Ripple, chiamata XRP.

Oggi buona parte degli investitori predilige la compravendita di valute diverse dai bitcoin, per una motivazione ben precisa: un singolo bitcoin vale una cifra che si aggira intorno ai 10.000 dollari. Al monto esistono varie decine di altre criptovalute, il cui valore va da pochi centesimi di dollaro fino a circa 1.000 dollari.

Chi vuole approfittare della volatilità di questo mercato ma non ha un capitale sufficiente ad acquistare cifre elevate in bitcoin, preferisce altre criptovalute. Se si pensa poi che nel corso del 2017 alcune di esse hanno aumentato il loro valore di varie centinaia di volte, appare chiaro che anche con solo 500-1.000 dollari da investire si può trattare di un affare del tutto interessante.

Trading sulle criptovalute

Negli ultimi mesi poi si è aperto un altro mercato, che è quello del trading con le opzioni binarie sulle criptovalute o con i CFD. I broker che propongono questo tipo di asset sono oggi poco numerosi, certo è che si tratta di un interessante attività speculativa. Da un lato infatti è possibile investire in criptovalute anche con cifre molto basse; inoltre si può guadagnare anche quando il mercato delle criptovalute è in discesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

*